Progetto “osservare l’interlingua”

Il progetto Osservare l’interlingua è una sperimentazione educativa promossa dal Comune di Reggio Emilia in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia. Ha l’obiettivo di sviluppare nuovi modelli di didattica dell’italiano che partono da un presupposto fondamentale: per insegnare bene occorre prima di tutto comprendere l’alunno che apprende, le sue strategie, i suoi processi cognitivi e di socializzazione, le sue ipotesi. Questo è il significato di osservare. Interlingua è un termine usato negli studi di linguistica acquisizionale e si riferisce al sistema linguistico che risulta dai tentativi di un apprendente di ricostruire la complessità della lingua d’arrivo, in un processo attivo di formulazione di ipotesi e ricostruzione di regole. Di solito il termine è applicato all’acquisizione di lingue seconde, ma può essere esteso anche ai contesti di apprendimento della lingua materna, o meglio, delle varietà di lingua materna (come l’italiano standard) che per molti bambini differiscono dalle proprie varietà native. Nelle pagine di questo sito si trovano molti dati, risultanti dall’osservazione di bambini di età compresa tra i 6 e i 14 anni. Si trovano inoltre i percorsi didattici che sono stati sviluppati per favorire l’acquisizione di certe competenze linguistiche e comunicative che, dall’esame dei dati, sono risultate importanti e non del tutto padroneggiate. Il sito è diviso nelle seguenti sezioni:
L’interlingua: Definire l’interlingua. Come analizzarla e valutarla.
Il progetto: storia e motivazioni, gli attori coinvolti, gli autori delle pagine del sito
Percorsi didattici: Principi teorici e metodologici; percorsi sperimentati nelle scuole su vari ambiti tematici (preposizioni, lessico, tempi passati, abilità narrative)
Dati raccolti: le produzioni linguistiche dei bambini, orali e scritte.
Materiali e risorse utili: per approfondire.

(c) Queste pagine sono state prodotte dal Comune di Reggio Emilia e dall’Università di Modena e Reggio Emilia. Possono essere utilizzate liberamente per finalità didattiche o scientifiche senza scopi di lucro, purché si citi sempre la fonte con la dizione ‘Progetto Osservare l’interlingua. Comune di Reggio Emilia e Università di Modena e Reggio Emilia’. Ogni altro uso deve essere espressamente autorizzato.